Sei in: Home --> URP Servizi, procedimenti, modulistica
martedì, 4 agosto 2020

Servizio verifiche impianti termici
.
DOVE RIVOLGERSI:
Responsabile:GIULIANO Leonardo
Ufficio:Segreteria; Impianti termici
Servizio:3/1
Indirizzo:Campobasso - Via Roma 47; Campobasso - Via Conte Rosso, 21/A - Tel. 0874 412599
Orario:MATTINA: da lunedì a venerdì 9:30-12:00 ** POMERIGGIO: lunedì e mercoledì 15:30-17:30
Telefono:0874 401 369
Telefax:0874 411 976
E-Mail:giuliano@provincia.campobasso.it
Dirigente:IANNELLI Giovanna
.
Definizioni
Impianto termico: è un impianto tecnologico destinato alla climatizzazione estiva ed invernale degli ambienti con o senza produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari o alla sola produzione centralizzata di acqua calda per gli stessi usi, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e di controllo; sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento, mentre non sono considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, caminetti, radiatori individuali, scaldacqua unifamiliari; tali apparecchi sono tuttavia assimilati agli impianti termici quando la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola unità immobiliare è maggiore o uguale a 15 kW.
Autocertificazione: procedura mediante la quale si provvede ad inviare alla Provincia o all’organismo affidatario autorizzato, la documentazione attestante il rispetto della funzionalità dell’impianto termico alla legislazione vigente (rapporto di manutenzione).
Tale documentazione è soggetta alla fase di accertamento.
Accertamento: consiste nella verifica documentale che gli impianti siano conformi alle norme vigenti e che rispettino le prescrizioni e gli obblighi stabiliti (Gli accertamenti riguardano tutte le dichiarazioni pervenute e sono eseguite dalla Provincia o dall’organismo tecnico autorizzato).
Ispezione: attività svolta annualmente dalla Provincia o dall’organismo autorizzato, ai fini della verifica, sul luogo, della corretta condizione dell’impianto termico e della veridicità delle dichiarazioni del responsabile dell’impianto e del manutentore.
Le ispezioni sono eseguite su almeno il 5% delle dichiarazioni di manutenzione pervenute e sul resto degli impianti dei quali tali dichiarazioni non siano state trasmesse nei tempi dovuti.


Come si esegue la manutenzione
La manutenzione si effettua incaricando una ditta abilitata - ai sensi della legge 46/90 art.1 comma 1 lett. c ed e) – la quale, dopo aver eseguito le operazioni di controllo, provvede a trasmettere il relativo modulo tecnico prepagato (della tariffa stabilita dalla Provincia) al Concessionario autorizzato al servizio di ispezione.
Il manutentore è responsabile della corretta effettuazione della manutenzione e della consegna della relativa documentazione. Ciò al fine di agevolare per i cittadini che non dovranno quindi provvedere ad incombenze quali:
effettuare il versamento del bollettino presso gli uffici postali, con relativa commissione postale;
provvedere all’inoltro della documentazione a mezzo posta, con relativi oneri economici, o recarsi presso gli uffici dell’Organismo affidatario per la consegna della documentazione.


Quando eseguire la manutenzione
Le scadenze temporali per le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli impianti termici vanno programmate secondo quanto disposto dall'allegato "L" del D.Lgs. 192/2005 così come modificato dal D.Lgs. 311/2006.
In particolare:
1. la manutenzione va effettuata, entro il 31 dicembre, con le cadenze e modalità previste dalle prescrizioni dell’installatore o, in mancanza, dal libretto di uso e manutenzione della caldaia (del quale, in caso di smarrimento, deve essere recuperata copia)
2. qualora non risultino indicazioni nei suddetti documenti, il responsabile dell’impianto (proprietario, occupante l’abitazione, etc….) deve effettuare comunque i controlli sull’efficienza energetica previsti espressamente dal comma 5 dell’Allegato L al decreto legislativo 192/2005:
a. ogni anno, normalmente all'inizio del periodo di riscaldamento, per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido, indipendentemente dalla potenza, ovvero alimentati a gas di potenza nominale del focolare maggiore o uguale a 35 kW;
b. ogni due anni per gli impianti, diversi da quelli individuati al punto a), di potenza nominale del focolare inferiore a 35 kW dotati di generatore di calore con una anzianità di installazione superiore a otto anni e per gli impianti dotati di generatore di calore ad acqua calda a focolare aperto installati all'interno di locali abitati, in considerazione del maggior sporcamento delle superfici di scambio dovuto ad un'aria comburente che risente delle normali attività che sono svolte all'interno delle abitazioni;
c. ogni quattro anni per tutti gli altri impianti di potenza nominale del focolare inferiore a 35 kW.

Il
modulo prepagato da utilizzare in fase di manutenzione all’impianto termico ha un costo tariffario (da pagare direttamente alla ditta di manutenzione) che varia a seconda della potenza dell’impianto termico:

Impianti con potenzialità minore o uguale a 35 kW
€ 7,50
Impianti con potenzialità superiore a 35 kW e fino a 116 kW
€ 15,00
Impianti con potenzialità superiore a 116 kW e fino a 349 kW
€ 30,00
Impianti con potenzialità superiore a 349 kW
€ 60,00

Gli impianti sui quali non si esegue la manutenzione con le cadenze sopra indicate, sono soggetti ad ispezione (a pagamento) da parte della Provincia o dell’organismo tecnico autorizzato.
Le tariffe a carico del responsabile dell’impianto che non ha ottemperato all’obbligo di manutenzione sono le seguenti:

Impianti con potenzialità minore o uguale a 35 kW
€ 77,00
Impianti con potenzialità superiore a 35 kW e fino a 116 kW
€ 98,00
Impianti con potenzialità superiore a 116 kW e fino a 349 kW
€ 180,00
Impianti con potenzialità superiore a 349 kW
€ 190,00

Gli utenti che posseggono un impianto termico fuori uso, devono comunicare lo stato dell’impianto in modo che l’organismo affidatario non pianifichi controlli sullo stesso. Qualora non provvedano a comunicare l’indisponibilità all’effettuazione del controllo e l’organismo affidatario predispone una verifica sull’impianto termico, gli utenti sono comunque soggetti al pagamento della relativa tariffa.

A chi rivolgersi per ulteriori informazioni
Per ogni informazione o chiarimento è possibile rivolgersi all'organismo tecnico concessionario del servizio di ispezione sugli impianti termici:


ESA s.r.l.
Campobasso - Via Conte Rosso, 21, Telefono: 0874/1866226

Fax: 0874/332090

Termoli - Via Montecarlo, 29 Telefono 0875/916226
Fax: 0874/332090
.
Modulistica e normativa

Modulo richiesta variazioni-rimborso Impianti termici.docLegge 10-91.PDFDisciplinare.pdfDPR 412-99.pdfDPR 551-99.pdf



Chiudi | Stampa | Invia | Contattaci

a cura dell'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico
Campobasso, via Roma 47 - Tel. 0874 401 339 - Fax 0874 411 976
urp@provincia.campobasso.it